Focus On

  • ENDOMICORIZZE ED ECTOMICORIZZE

    Le micorizze si dividono in due grandi classi. Le Ectomicorizze e le Endomicorizze Le Endomicorizze: Si insediano nella parte corticale della radice e penetrano nei tessuti cellulari riempiendo gli spazi intracellulari. Formano delle strutture dette vescicole e delle strutture ramificate con il nome di arbuscoli. È proprio all'interno degli arbuscoli, che elaborano prevalentemente il fosforo e il potassio, che si hanno gli scambi nutrizionali con la pianta. Sono in grado di colonizzare la quasi totalità delle specie vegetali e se ne conoscono circa 150 specie. Si riproducono entrando in simbiosi con le piante. Le Ectomicorizze: La loro definizione deriva dal fatto che non penetrano i tessuti della pianta, ma formano uno strato di micelio, detto mantello, sulle radici. Per sopravvivere e diffondersi generano delle spore. Al momento se ne conoscono circa 5000 specie tra le quali una delle più conosciute è il tartufo.

PROGETTAZIONE CONSULENZE AMBIENTALI A VILLA DADDA

Progettazione paesaggistica: L’arte di creare giardini

Botanicamente garantisce efficienza e precisone della gestione e valorizzazione delle risorse naturali legate ad un determinato territorio, mantenendone le caratteristiche principali.

Botanicamente agisce in ogni settore, sia pubblico che privato, effettuando pianificazioni dettagliate e pluriennali degli interventi di manutenzione e riqualificazione.
Il verde è vita e fa parte di noi ed quindi fondamentale organizzare la struttura delle aree verdi e dei giardini nel miglior modo possibile, rispettando le caratteristiche del territorio e le esigenze dei fruitori.

L’arte di creare giardini deve comprendere le regole della natura per essere in grado di rispettarle. Diamo vita ad ambienti scrupolosamente studiati in tutti i loro dettagli, sia essi botanici che architettonici. Non siamo soliti proporre modelli standardizzati ma è ns. interesse proporre soluzioni progettuali differenti, a volte più rigide mentre altre più libere nell’ispirarsi alla natura stessa. E’ fondamentale creare composizioni dalla struttura armoniosa ed affascinante, inserendole in un contesto vivo, in perfetta fusione fra natura e opere dell’uomo. Ogni elemento materico inserito deve completare il giardino creando un perfetto equilibrio tra la vitalità della natura e l’ordine delle creazioni umane.


La progettazione dei giardini è pertanto una fase indispensabile per effettuare le scelte adeguate nel ‘plasmare’ il paesaggio e per soddisfare le esigenze dell’interlocutore.